sabato 29 aprile 2017 - Aggiornato alle 14:38 - Utenti connessi: 0

Eventi

Eventi“Calatafimi in Festa”

Domenica 30 aprile 2017 a Calatafimi Segesta (TP)

Un eccezionale ponte del primo maggio, un evento che vedrà protagoniste tante eccellenze, in un territorio che custodisce innumerevoli punti di interesse turistico. “Calatafimi in Festa” dà ai visitatori la possibilità di ammirare domenica 30 aprile il festival bandistico “Terre di Sicilia”, un tour promosso dalla regione siciliana che tocca le mete turistiche più rinomate dell’isola; a seguire la straordinaria sfilata dei costumi di Misterbianco, i più belli d’Italia, che invaderanno il centro storico della città per stupire i visitatori; il tutto in un contesto arricchito da svariate performance artistiche/musicali, il mercatino dell’artigianato ed una ricca degustazione di prodotti tipici del territorio. Per il lunedì (1 maggio) le tante attrazioni turistiche che offre l’agro segestano renderanno la vostra permanenza indimenticabile, oltre al parco archeologico di Segesta infatti sarà possibile visitare luoghi unici, sia sotto l’aspetto storico/culturale che naturalistico, come il monumento ai caduti di Pianto Romano in ricordo della battaglia dell’unità d’Italia, la sughereta di Angimbè, le terme naturali segestane, il castello Eufemio e l’itinerario dei vicoli.

Calatafimi Segesta per scoprire la Sicilia in tutte le sue sfumature.

Programma

ore 11.00

Concerto bandistico presso il Parco archeologico di Segesta

ore 15.30

Sfilata bande musicali - centro storico di Calatafimi Segesta

ore 17.30

Sfilata dei costumi di Misterbianco - centro storico di Calatafimi Segesta

dalle ore 19.30

Animazione artistica/musicale e degustazioni - centro storico di Calatafimi Segesta

 

Ingresso gratuito

Posteggio auto/moto gratuito

Area sosta camper gratuita

Evento accessibile ai diversamente abili e mamme con passeggini

 

Come arrivare:

uscita A29 Segesta, direzione Calatafimi Segesta

Info: cell. 331 9749366 - @ segestanelsogno@gmail.com

Facebook : Calatafimi In festa

https://www.facebook.com/events/1912017525701383/ 

organizzatore: associazione “Segesta nel Sogno”

21/4/2017 | 10:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA Visualizzazioni 44  |  di Redazione , autore

Commenta la News

Il mio indirizzo IP sará registrato Invia il commento

Telegiornali

Interviste

Calcio

GLI ULTIMI COMMENTI

Mazara. In fase di ultimazione i lavori di arredo e sistemazione dell’area tra le vie Emilia Romagna e Veneto

cittadino delle periferie

quali periferie?

Quali periferie cerca di recuperare il Signor sindaco? Ha mai visitato le strade mai asfaltate della citta? Via Bernhard Berenson, per esempio, una delle strade più disastrate di Mazara del Vallo. Invece di mettere le piastrelle sulla scalinata delle vie di cui all'articolo avrebbe fatto meglio a dare ad altre vie i servizi di prima urbanizzazione. in via Berenson abita gente da più di 50 anni.

Spese pazze all’ARS. Archiviazione per Toni Scilla ed altri 17 deputati

Gory

Furti Autorizzati

Che ci lamentiamo a fare, se la magistratura autorizza lo sperpero del denaro pubblico!

Appello del Coordinamento all'unità per il porto di Mazara

Enzo Sciabica

Il porto non può essere solo degli addetti ai lavori

Il comunicato della Filiera non fa che rafforzare il sospetto di mire per l'area della cosiddetta Colmata B. L'area portuale, se la Colmata B ne è parte integrante, non può essere solo appannaggio degli "addetti ai lavori". Lo ha lasciato comprendere anche Tommaso Macaddino il 14/3/2000, aderente alla Filiera Ittica, allora in rappresentanza della UIL-CGIL-CISL. Esibisca la Filiera la "ricerca rigorosa", lo studio per capire il motivo per cui non sarebbe possibile scaricare i fanghi in Colmata B e, con le leggi alla mano, tutti potremo eventualmente prenderne atto. La movimentazione dei materiali dragati oggi costa di più, ma se lo vuole la legge (motivazioni validissime, inoppugnabili) che facciamo ci giriamo dall'altra parte o non si faremo più dragaggi? Tutto dipende da ciò che si programma e da ciò che si chiede. Volere espandere il porto al limite della spiaggia di Tonnarella, come si può percepire anche dal comunicato della Filiera, senza le adeguate Valutazioni ambientali, come volute dalla legge, non porta a niente. Lo facciano presente i rappresentanti della Filiera a chi potrebbe consigliarli male.

CGIL Mazara. Riorganizzazione del sistema di rete dell’emergenza-urgenza della Regione Siciliana

Valenziano

Concordo

Concordo con il dr. Gancitano

La CGIL di Mazara interviene sul Porto Canale

Valenziano

Unità

Ricapitoliamo. La FLAI - CGIL fa parte del coordinamento della filiera ittica ed è favorevole al dragaggio secondo le modalità previste fin dall'inizio, conformi alla normativa e compatibili con il piano regolatore portuale. Invece la CGIL - camera del lavoro preferisce fare dei distinguo, che, francamente, suonano incomprensibili . Riempire la colmata risponde ad una precisa previsione di piano che si presume nota alla Camera del lavoro, e non da ora. Ancor più incomprensibile, però, l'appello pubblico ad un'unità, la cui mancanza, a quanto si vede, è tutta interna alla CGIL.

Questo portale é pienamente compatibile con le ultime versioni dei browser IE, Chrome, Firefox, Opera e Safari. Se la navigazione non risultasse ottimale, aggiornare il sistema.