venerdì 23 giugno 2017 - Aggiornato alle 13:47 - Utenti connessi: 0

Attualità

AttualitàPesca. Bando per la partecipazione a Slow Fish

Si terrà a Genova dal 18 al 21 maggio. Il modulo di adesione

Con la presente si porta a conoscenza che il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana ha emanato un avviso per la partecipazione alla manifestazione Slow Fish, in programma a Genova dal 18 al 21 maggio 2017.
L’avviso è rivolto a imprese singole o associate del settore della pesca, dell’acquacoltura, della trasformazione e commercializzazione di prodotti ittici, pescati o allevati in Sicilia, con lo scopo di consentire l’esposizione dei propri prodotti e la realizzazione di laboratori del gusto. Saranno selezionati fino a un massimo di 8 imprese così distinte per tipologia:
– n. 3 Organizzazioni di produttori (OP) della pesca;
– n. 2 Imprese dell’acquacoltura;
– n. 3 Imprese della trasformazione e commercializzazione
Le istanze di partecipazione, saranno selezionate seguendo l’ordine cronologico di arrivo delle stesse e dovranno essere inviate, entro le ore 14,00 del 28/04/2017, al seguente indirizzo di posta elettronica: servizio2.pesca@regione.sicilia.it. 

Il Dirigente Responsabile
F.TO Dott. Agr. Maria Luisa Palermo

MODULO DI ADESIONE

 

Allegato A

 

Assessorato dell'Agricoltura dello Sviluppo Rurale e
della Pesca Mediterranea
Dipartimento della Pesca Mediterranea
Via Degli Emiri, 45
PALERMO
servizio2.pesca@regione.sicilia.it

MODULO ADESIONE STAND ISTITUZIONALE
SLOW FISH
Genova, 18-21 Maggio 2017

 

Il/La sottoscritto/a ________________________________________________________________ nato/a _____________________ il ______________ C.F. _________________________________
in qualità di legale rappresentante della (denominazione/ragione sociale) ___________________ con sede in ________________ (indirizzo)_____________________________________________ P.IVA. _________________________ tel.____________________fax_______________________ e-mail___________________________________sito web ________________________________

CHIEDE

di partecipare allo stand del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana nell’ambito di Slow Fish 2017.
Soggetto Richiedente:
- Organizzazioni di Produttori
- Soggetti Associati
- Impresa singola
Produce/commercializza __________________________________________________________
Intende proporre la seguente iniziativa/evento (Degustazione, Laboratorio del Gusto, ecc.) :_______________________________________________________________________________________
pertanto necessita delle seguenti attrezzature:
- Frigorifero
- Friggitrice
- Forno Induzione/Vapore
- Fuochi Induzione
- Altro _______________________________________________________________________
Il Soggetto richiedente accetta incondizionatamente quanto previsto dall’“AVVISO PER LA SELEZIONE DI IMPRESE DEL SETTORE DEI PRODOTTI ITTICI PER LA PARTECIPAZIONE A SLOW FISH 2017” con particolare riferimento a quanto di seguito prescritto di (segnare la/e voce/i di pertinenza):
- Commercializzare prodotti ittici freschi o trasformati pescati nei mari siciliani.
- Allevare specie acquatiche secondo metodi estensivi o comunque a basso imbatto ambientale ed elevato livello di ecosostenibilità (es. metodi biologici, ciclo aperto, ciclo chiuso a bassa densità).
- Trasformare prodotti prevalentemente pescati in Sicilia.
Di essere consapevole e di accettare che le attività divulgative, con particolare riferimento ai laboratori del gusto, dovranno riguardare le specie ittiche allevate autoctone, come ad esempio la Trota macrostigma (Salmo cettii); mentre, le proposte riguardanti le specie ittiche selvatiche dovranno, essenzialmente, riguardare quelle di minore valore commerciale e meno conosciute dai consumatori.
Inoltre di essere consapevole che, secondo i principi guida della manifestazione, è vietato presentare attività che propongano il Tonno rosso (Thunnus thynnus) e/o il Pescespada (Xiphias gladius) e che, analogamente, sono vietati i prodotti ittici cosiddetti “sotto-taglia”, così come definiti dall’allegato III del Reg. (CE) n. 1967/2006 e successive modifiche e integrazioni. E, ancora, che i prodotti lavorati o trasformati presentati in degustazione o nei laboratori del gusto o per le altre attività di comunicazione, dovranno prevalentemente essere ottenuti con ingredienti siciliani (es. olio extra vergine, vergine o olio di oliva, nei prodotti sottolio).
Consapevole della responsabilità penale e delle conseguenti sanzioni in caso di mendace dichiarazione, ai sensi dell’art. 76 del DPR n. 445/2000

DICHIARA

a) Di avere la sede sociale e operativa nel territorio siciliano.
b) Di applicare il CCNL di riferimento e adempiono alle leggi sociali e di sicurezza sul lavoro, nel caso in cui il soggetto e la compagine richiedente impiega personale dipendente.
c) Di non essere stati esclusi dalla partecipazione a bandi di qualsivoglia natura per i casi previsti dall’art. 106 del Reg. (UE) n. 966/2012, riguardante l’esclusione dalla partecipazione alle procedure di aggiudicazione degli appalti e, inoltre:
– che non siano in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo, cessazione d'attività o in ogni altra situazione analoga risultante da una procedura della stessa natura prevista nelle disposizioni legislative e/o regolamentari nazionali, ovvero, a carico dei quali sia in corso un procedimento di tal genere;
– che non sia stata pronunziata una condanna, con sentenza passata in giudicato di un'autorità competente di uno Stato Membro;
– che abbiano ottemperato ai loro obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali o agli obblighi relativi al pagamento d'imposte e tasse secondo le disposizioni legislative del paese dove sono stabiliti, del paese dell'amministrazione aggiudicatrice o del paese dove deve essere eseguito l'intervento;
– che non sia stata emessa una sentenza passata in giudicato per frode, corruzione, partecipazione a un'organizzazione criminale, riciclaggio di proventi illeciti o qualsiasi altra attività illecita che leda gli interessi finanziari dell'Unione.
– Di rispettare quanto previsto dalla normativa in materia di etichettatura, tracciabilità, igiene e sicurezza degli alimenti.
– Di rispettare quanto previsto dall’avviso e che quanto sopraindicato, riguardo al rispetto delle prescrizioni, è veritiero.
Si impegna inoltre, a trasportare a proprie spese, sino al luogo di raccolta che verrà comunicato con l’atto di ammissione, il prodotto ittico congelato, refrigerato, in conserva che desidera far degustare/esporre, debitamente imballato e perfettamente identificato e con tutti i certificati sanitari richiesti dalla normativa vigente.
Per gli aspetti organizzativi il referente da contattare sarà:
________________________________________________________________________________
(nome e cognome)
________________________________________________________________________________
(nella qualità di legale rappresentante, incaricato, altro)
_______________________________________________________________________________
(recapito/i telefonico/i)
Il sottoscritto a norma dell’art. 13 del D.lgs. 196/2003 in materia di “Diritto alla protezione dei dati personali” espressamente presta il suo consenso al trattamento inclusivo di raccolta, elaborazione, conservazione, utilizzo, comunicazione, secondo termini e modalità della menzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro, in coerenza con lo svolgimento delle attività operative dell’aggiudicatario del servizio finalizzato all’organizzazione della partecipazione alla manifestazione Slow Fish 2017.

Luogo e data, __________________

FIRMA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE
(timbro e firma)

Si allega copia di un Documento di Riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore

 

 

 

Regione Siciliana
ASSESSORATO DELL’AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE
E DELLA PESCA MEDITERRANEA

DIPARTIMENTO DELLA PESCA MEDITERRANEA
SERVIZIO 1 – PROGRAMMAZIONE

UNITÀ OPERATIVA TERRITORIALE 1 - MAZARA DEL VALLO

Via Luigi Vaccara, 61 - 91026 – Mazara del Vallo (TP)
Tel. 0923 948966

 

 

 

21/4/2017 | 09:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA Visualizzazioni 14  |  di Redazione , autore

Commenta la News

Il mio indirizzo IP sará registrato Invia il commento

Telegiornali

Interviste

Calcio

GLI ULTIMI COMMENTI

Mazara. Riunione operativa per il Festino di San Vito 2017

Commendatore Santi Barbera

Dimenticanza istituzione

Alla riunione era presente anche il Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme "Cavalieri di Malta" rappresentato da il Priore di Sicilia Comm. Santi Barbera, come mai ci hanno dimenticato?

Mazara. Donna travolta da auto. Ha riportato diverse ferite

linogalici@libero.it

Correzione di percorso

La donna è stata portata direttamente all'ospedale di Marsala, per un adeguato controllo, visto che il nostro ospedale riceve solo cod. rosso, vorrei capire che tipo di pazienti devono accogliere.

Mazara. In fase di ultimazione i lavori di arredo e sistemazione dell’area tra le vie Emilia Romagna e Veneto

cittadino delle periferie

quali periferie?

Quali periferie cerca di recuperare il Signor sindaco? Ha mai visitato le strade mai asfaltate della citta? Via Bernhard Berenson, per esempio, una delle strade più disastrate di Mazara del Vallo. Invece di mettere le piastrelle sulla scalinata delle vie di cui all'articolo avrebbe fatto meglio a dare ad altre vie i servizi di prima urbanizzazione. in via Berenson abita gente da più di 50 anni.

Spese pazze all’ARS. Archiviazione per Toni Scilla ed altri 17 deputati

Gory

Furti Autorizzati

Che ci lamentiamo a fare, se la magistratura autorizza lo sperpero del denaro pubblico!

Appello del Coordinamento all'unità per il porto di Mazara

Enzo Sciabica

Il porto non può essere solo degli addetti ai lavori

Il comunicato della Filiera non fa che rafforzare il sospetto di mire per l'area della cosiddetta Colmata B. L'area portuale, se la Colmata B ne è parte integrante, non può essere solo appannaggio degli "addetti ai lavori". Lo ha lasciato comprendere anche Tommaso Macaddino il 14/3/2000, aderente alla Filiera Ittica, allora in rappresentanza della UIL-CGIL-CISL. Esibisca la Filiera la "ricerca rigorosa", lo studio per capire il motivo per cui non sarebbe possibile scaricare i fanghi in Colmata B e, con le leggi alla mano, tutti potremo eventualmente prenderne atto. La movimentazione dei materiali dragati oggi costa di più, ma se lo vuole la legge (motivazioni validissime, inoppugnabili) che facciamo ci giriamo dall'altra parte o non si faremo più dragaggi? Tutto dipende da ciò che si programma e da ciò che si chiede. Volere espandere il porto al limite della spiaggia di Tonnarella, come si può percepire anche dal comunicato della Filiera, senza le adeguate Valutazioni ambientali, come volute dalla legge, non porta a niente. Lo facciano presente i rappresentanti della Filiera a chi potrebbe consigliarli male.

Questo portale é pienamente compatibile con le ultime versioni dei browser IE, Chrome, Firefox, Opera e Safari. Se la navigazione non risultasse ottimale, aggiornare il sistema.