venerdì 23 giugno 2017 - Aggiornato alle 14:05 - Utenti connessi: 0

Attualità

AttualitàMazara. Disabili. Domani il taglio del nastro del nuovo Centro Socio-Riabilitativo del CSR-AIAS

Saranno presenti l'Assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, il Vescovo di Mazara Mons. Domenico Mogavero e il sindaco Nicolò Cristaldi.

Si terrà domani, sabato 22 aprile, alle ore 11.30 la cerimonia del taglio del nastro del nuovo Centro socio-riabilitativo del Consorzio Siciliano di Riabilitazione-AIAS di Mazara del Vallo, in Contrada Altavilla Malpasso (via Giacomo Manzù).

All'inaugurazione della nuova struttura per disabili del CSR-AIAS prenderanno parte, tra gli altri, il Presidente del CSR Sergio Lo Trovato e il Direttore generale Francesco Lo Trovato, il vescovo di Mazara del Vallo Mons. Domenico Mogavero, che impartirà la benedizione, l'Assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, il sindaco Nicolò Cristaldi, il Presidente nazionale dell'Associazione Italiana Assistenza Spastici Salvatore Nicitra e la Presidente dell'AIAS di Mazara, Milena Bonomo.

Il nuovo Centro di riabilitazione è stato interamente realizzato dal CSR-AIAS, per garantire agli Assistiti più spazio per le attività riabilitative e di integrazione sociale. La nuova struttura, che sostituisce la sede storica situata sulla strada statale 115, è disposta su un unico livello, su una superficie coperta di 1.200 metri quadri, più circa mille metri quadrati di parcheggio, mentre l’estensione complessiva dell’area è di circa 20 mila metri quadri, con ampi spazi destinati anche ad aree a verde. Particolare attenzione è stata posta alla dotazione di ambienti per la riabilitazione, con 14 box per terapie individuali e di gruppo, una palestra e un ambiente per la piscina per l’idroterapia. In particolare la piscina sarà a disposizione anche di utenti esterni, con un doppio ingresso separato dagli Assistiti del CSR, una hall-reception e spogliatoi. Presenti inoltre una cappella, locali adibiti ad attività amministrative, stanze per medici e psicologi, un’aula di informatica, una sala polifunzionale destinata a riunioni, convegni, conferenze e cinema, reception e una sala multimediale.

Il CSR-AIAS è attivo a Mazara del Vallo sin dal 1985 e oggi è ampiamente radicato sul territorio della provincia trapanese, riuscendo a servire un bacino di utenza di oltre 230 disabili. Qui vengono effettuati trattamenti ambulatoriali e a domicilio e, pur non essendo ancora presente un servizio di Seminternato che da molto tempo il CSR chiede di poter attivare viste le ingenti richieste riabilitative espresse dagli Assistiti e dai loro familiari, il Centro di riabilitazione organizza numerose attività per i propri ragazzi: momenti di integrazione realizzati spesso in collaborazione con gli altri Centri trapanesi del CSR-AIAS, ad Alcamo, Marsala, Paceco e Salemi.

 

Mazara del Vallo, 21 aprile 2017

 

US Csr-Aias

Daniela Raciti

21/4/2017 | 09:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA Visualizzazioni 52  |  di Redazione , autore

Commenta la News

Il mio indirizzo IP sará registrato Invia il commento

Telegiornali

Interviste

Calcio

GLI ULTIMI COMMENTI

Mazara. Riunione operativa per il Festino di San Vito 2017

Commendatore Santi Barbera

Dimenticanza istituzione

Alla riunione era presente anche il Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme "Cavalieri di Malta" rappresentato da il Priore di Sicilia Comm. Santi Barbera, come mai ci hanno dimenticato?

Mazara. Donna travolta da auto. Ha riportato diverse ferite

linogalici@libero.it

Correzione di percorso

La donna è stata portata direttamente all'ospedale di Marsala, per un adeguato controllo, visto che il nostro ospedale riceve solo cod. rosso, vorrei capire che tipo di pazienti devono accogliere.

Mazara. In fase di ultimazione i lavori di arredo e sistemazione dell’area tra le vie Emilia Romagna e Veneto

cittadino delle periferie

quali periferie?

Quali periferie cerca di recuperare il Signor sindaco? Ha mai visitato le strade mai asfaltate della citta? Via Bernhard Berenson, per esempio, una delle strade più disastrate di Mazara del Vallo. Invece di mettere le piastrelle sulla scalinata delle vie di cui all'articolo avrebbe fatto meglio a dare ad altre vie i servizi di prima urbanizzazione. in via Berenson abita gente da più di 50 anni.

Spese pazze all’ARS. Archiviazione per Toni Scilla ed altri 17 deputati

Gory

Furti Autorizzati

Che ci lamentiamo a fare, se la magistratura autorizza lo sperpero del denaro pubblico!

Appello del Coordinamento all'unità per il porto di Mazara

Enzo Sciabica

Il porto non può essere solo degli addetti ai lavori

Il comunicato della Filiera non fa che rafforzare il sospetto di mire per l'area della cosiddetta Colmata B. L'area portuale, se la Colmata B ne è parte integrante, non può essere solo appannaggio degli "addetti ai lavori". Lo ha lasciato comprendere anche Tommaso Macaddino il 14/3/2000, aderente alla Filiera Ittica, allora in rappresentanza della UIL-CGIL-CISL. Esibisca la Filiera la "ricerca rigorosa", lo studio per capire il motivo per cui non sarebbe possibile scaricare i fanghi in Colmata B e, con le leggi alla mano, tutti potremo eventualmente prenderne atto. La movimentazione dei materiali dragati oggi costa di più, ma se lo vuole la legge (motivazioni validissime, inoppugnabili) che facciamo ci giriamo dall'altra parte o non si faremo più dragaggi? Tutto dipende da ciò che si programma e da ciò che si chiede. Volere espandere il porto al limite della spiaggia di Tonnarella, come si può percepire anche dal comunicato della Filiera, senza le adeguate Valutazioni ambientali, come volute dalla legge, non porta a niente. Lo facciano presente i rappresentanti della Filiera a chi potrebbe consigliarli male.

Questo portale é pienamente compatibile con le ultime versioni dei browser IE, Chrome, Firefox, Opera e Safari. Se la navigazione non risultasse ottimale, aggiornare il sistema.