venerdì 23 giugno 2017 - Aggiornato alle 14:05 - Utenti connessi: 0

Politica

PoliticaMarsala. Il Consiglio Comunale approva le altre tre convenzioni con Petrosino

Esitata favorevolmente anche la mozione per verificare lo stato di attuazione del piano triennale delle opere pubbliche 2016-2018

Vivace e proficua seduta ieri pomeriggio a Sala delle Lapidi. La massima assise civica, con la direzione del presidente Enzo Sturiano, ha infatti approvato tre atti deliberativi più una mozione mentre ha deciso di non trattare più il prelievo dell’argomento iscritto al punto 43 dell’odg ovvero la “contestazione” del Piano Paesaggistico degli Ambiti 2 -3 relativamente al territorio del Comune di Marsala con particolare riferimento al versante nord dello stesso, chiesta dal consigliere Gerardi, per decadenza dei termini e poiché l’Amministrazione Di Girolamo ha già presentato ricorso al Tar.

In particolare, in quasi quattro ore di intenso dibattito, il Consiglio ha esitato favorevolmente le altre tre delibere di convenzione con il Comune di Petrosino (quella sul depuratore era stata già approvata nella precedente seduta) ossia quelle per la gestione dei servizi cimiteriali, per il trasporto pubblico e quella per allacciare gli abitanti di Sabugia e Sibiliana di Petrosino alla rete idrica marsalese. Approvata anche all’unanimità (16 Si su altrettanti consiglieri in aula) la mozione, il cui prelievo era stato chiesto dal vice presidente Arturo Galfano, e con la quale è stato dato mandato alla Commissione Lavori Pubblici di accertare lo stato di realizzazione del piano triennale delle opere pubbliche 2016-2018.

Il primo punto messo in discussione ieri pomeriggio è stato quello relativo alla convenzione con Petrosino per la gestione dei servizi cimiteriali nel territorio del Comune di Petrosino e parte del Comune di Marsala (contrade versante Sud). La delibera, dopo la formulazione e l’approvazione di un emendamento “all’art. 4 aggiungere il comma 2 che recita: il cimitero di Petrosino potrà accogliere defunti provenienti da altre parti del territorio marsalese, ove si dimostri il rapporto di parentela in linea diretta o di coniugio tra defunto e suo familiare già seppellito a Petrosino” è stata approvata all’unanimità, così come lo stesso emendamento, con 23 voti favorevoli su altrettanti consiglieri presenti aula. Nel dibattito sono intervenuti, oltre all’Assessore Salvatore Accardi che ha presentato l’atto , i consiglieri Pino Milazzo, Antonio Vinci, Angelo Di Girolamo, Giovanni Sinacori, Calogero Ferreri, Federica Meo oltre al Presidente del Consiglio comunale.

Successivamente è stata la volta della convenzione sul trasporto pubblico locale. Ed è questo è stato il punto più “travagliato” che si è concluso, dopo un intenso dibattito, con l’approvazione a maggioranza, con 13 voti favorevoli e 5 astenuti. Peraltro sulla stessa delibera era stata posta una pregiudiziale di sospensione dell’atto in attesa di chiarimenti. Pregiudiziale respinta con 11 voti favorevoli, 7 astenuti e 6 contrari. Nel corso del dibattito sono intervenuti l’Assessore Accardi, il tecnico architetto Tumbarello, coordinatore del servizio trasporti pubblici locali, nonché i consiglieri Antonio Vinci, Angelo Di Girolamo, Aldo Rodriquez, Luana Alagna, Arturo Galfano, Daniele Nuccio, Flavio Coppola, Luana Alagna e Giusy Piccione, l’ingegnere Francesco Patti e il Presidente Enzo Sturiano che, al termine della votazione, fa presente che la sua astensione è stata dovuta alla impossibilità di avere i chiarimenti richiesti in merito all’atto in esame. Più semplice, infine, l’approvazione della terza convenzione ovvero quella per la gestione dei Servizi Idrici nelle località di Sabugia e Torre Sibiliana del Comune di Petrosino. Per questo atto deliberativo per il quale, al contrario degli altri tre, vi era anche il parere favorevole della relativa commissione consultiva, l’iter di approvazione è stato molto più semplice. La delibera, dunque, dopo un breve dibattito nel quale sono intervenuti l’Assessore Accardi e il consigliere Pino Milazzo, è stato approvata all’unanimità dei presenti con 19 voti favorevoli.

Subito dopo l’approvazione delle tre delibere sia l’Assessore Accardi che il Capogruppo Vinci hanno ringraziato il Consiglio per la sensibilità dimostrata e lo stesso Vinci ha anche presentato una mozione.

Prima della chiusura della seduta il Presidente Sturiano ha comunicato che il Consiglio tornerà a riunirsi il prossimo 27 aprile per discutere l’argomento interrogazioni alla presenza del Sindaco Alberto Di Girolamo.

 

PLAUSO DEL SINDACO ALBERTO DI GIROLAMO PER L’APPROVAZIONE DELLE CONVENZIONI FRA MARSALA E PETROSINO - “E’ UN MOMENTO IMPORTANTE PER ENTRAMBI I COMUNI”

Il Sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, dopo l’approvazione in Consiglio comunale delle delibere che disciplinano e regolamentano con Petrosino l’utilizzo del Depuratore, il trasporto urbano, l’utilizzo del cimitero e l'erogazione idrica per i residenti nelle zone petrosilene di Sabugia e Torre Sibiliana, territori confinanti con Marsala, cosi si esprime:

“Ringrazio i Consiglieri comunali che hanno votato favorevolmente le delibere per la stipula delle convenzioni fra il Comune di Marsala e quello di Petrosino. Dopo oltre 27 anni si fa chiarezza e sia il Depuratore ubicato nel Comune di Petrosino che le fognature dei due Comuni limitrofi, potranno finalmente entrare in funzione. Proprio il depuratore e le fognature, costati allo Stato milioni di euro, non sono stati mai attivati.

Per essere efficaci e operative le convenzioni dovranno anche essere approvate dal Consiglio comunale di Petrosino ma, considerato che le abbiamo concordate assieme, penso che l’assise civica petrosilena le approverà nel più breve tempo possibile.

Il Consiglio comunale di Marsala nelle ultime due sedute ha dimostrato concretezza, operatività andando oltre le appartenenze politiche. Mi dispiace per chi ha votato contro o si è astenuto. Forse non ha capito l’importanza storica di queste convenzioni e dei servizi che esse andranno a disciplinare e migliorare nell’esclusivo interesse dei cittadini dei due Comuni. E’ assurdo che si tenga un depuratore - progettato per servire anche parte della popolazione marsalese e cioè gli oltre 7 mila abitanti residenti tra Strasatti, Cuore di Gesù e Fornara - inattivo per tanti anni. L'accordo raggiunto ora, ne prevede l'attivazione, con spese che saranno anticipate dal Comune di Marsala e poi compensate con la tariffazione applicata. Ma quel che più conta e che si ridurrà considerevolmente l’inquinamento ambientale di questo importante versante cittadino. Non più dunque tanti scarichi a perdere ma la possibilità concreta per le abitazioni di Strasatti e contrade limitrofe di potersi allacciare alla rete fognaria”.

Nino Guercio

20/4/2017 | 12:03

© RIPRODUZIONE RISERVATA Visualizzazioni 7  |  di Redazione , autore

Commenta la News

Il mio indirizzo IP sará registrato Invia il commento

Telegiornali

Interviste

Calcio

GLI ULTIMI COMMENTI

Mazara. Riunione operativa per il Festino di San Vito 2017

Commendatore Santi Barbera

Dimenticanza istituzione

Alla riunione era presente anche il Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme "Cavalieri di Malta" rappresentato da il Priore di Sicilia Comm. Santi Barbera, come mai ci hanno dimenticato?

Mazara. Donna travolta da auto. Ha riportato diverse ferite

linogalici@libero.it

Correzione di percorso

La donna è stata portata direttamente all'ospedale di Marsala, per un adeguato controllo, visto che il nostro ospedale riceve solo cod. rosso, vorrei capire che tipo di pazienti devono accogliere.

Mazara. In fase di ultimazione i lavori di arredo e sistemazione dell’area tra le vie Emilia Romagna e Veneto

cittadino delle periferie

quali periferie?

Quali periferie cerca di recuperare il Signor sindaco? Ha mai visitato le strade mai asfaltate della citta? Via Bernhard Berenson, per esempio, una delle strade più disastrate di Mazara del Vallo. Invece di mettere le piastrelle sulla scalinata delle vie di cui all'articolo avrebbe fatto meglio a dare ad altre vie i servizi di prima urbanizzazione. in via Berenson abita gente da più di 50 anni.

Spese pazze all’ARS. Archiviazione per Toni Scilla ed altri 17 deputati

Gory

Furti Autorizzati

Che ci lamentiamo a fare, se la magistratura autorizza lo sperpero del denaro pubblico!

Appello del Coordinamento all'unità per il porto di Mazara

Enzo Sciabica

Il porto non può essere solo degli addetti ai lavori

Il comunicato della Filiera non fa che rafforzare il sospetto di mire per l'area della cosiddetta Colmata B. L'area portuale, se la Colmata B ne è parte integrante, non può essere solo appannaggio degli "addetti ai lavori". Lo ha lasciato comprendere anche Tommaso Macaddino il 14/3/2000, aderente alla Filiera Ittica, allora in rappresentanza della UIL-CGIL-CISL. Esibisca la Filiera la "ricerca rigorosa", lo studio per capire il motivo per cui non sarebbe possibile scaricare i fanghi in Colmata B e, con le leggi alla mano, tutti potremo eventualmente prenderne atto. La movimentazione dei materiali dragati oggi costa di più, ma se lo vuole la legge (motivazioni validissime, inoppugnabili) che facciamo ci giriamo dall'altra parte o non si faremo più dragaggi? Tutto dipende da ciò che si programma e da ciò che si chiede. Volere espandere il porto al limite della spiaggia di Tonnarella, come si può percepire anche dal comunicato della Filiera, senza le adeguate Valutazioni ambientali, come volute dalla legge, non porta a niente. Lo facciano presente i rappresentanti della Filiera a chi potrebbe consigliarli male.

Questo portale é pienamente compatibile con le ultime versioni dei browser IE, Chrome, Firefox, Opera e Safari. Se la navigazione non risultasse ottimale, aggiornare il sistema.