martedì 1 settembre 2015 - Aggiornato alle 13:59 - Utenti connessi: 13

Mazara erogazione bonus socio sanitario

“Il nostro Distretto socio-sanitario di cui Mazara è capofila sta ben lavorando per intercettare finanziamenti utili a contrastare i fenomeni della povertà, dell’emarginazione sociale ma anche in favore di anziani e minori. Per le famiglie mazaresi e dei comuni aderenti al distretto D 53, che accudiscono anziani non autosufficienti e disabili gravi, c’è una nuova opportunità offerta dai bonus socio-sanitari. Le famiglie esercitano un ruolo fondamentale nella nostra società. Spesso fungono da veri e propri ammortizzatori sociali ed è giusto che le Istituzioni guardino alle famiglie con maggiore attenzione”. Lo dichiara il Sindaco di Mazara del Vallo on. Nicola Cristaldi, annunciando la pubblicazione all’albo pretorio on line dell’avviso e dello schema di domanda per la concessione dei bonus socio-sanitari. La scadenza per la presentazione delle istanze è il 28 febbraio 2014. “I bonus – dichiara l’Assessore comunale alle Politiche Sociali Vito Billardello – potranno essere erogati, a scelta dei richiedenti, sia sotto forma di contributo economico che di voucher per acquistare delle prestazioni domiciliari presso enti no-profit presenti nel Distretto D53. Possono richiederli i nuclei familiari con indicatore di situazione socio economica Isee non superiore ai 7000 euro, che in alternativa al ricovero presso strutture sanitarie mantengono nel proprio domicilio anziani non autosufficienti di età pari o superiore ai 69 anni e un giorno, o persone con gravi disabilità”. Le famiglie interessate, residenti nei comuni di Mazara del Vallo, Salemi, Vita e Gibellina, potranno scaricare sia l’avviso che la richiesta di bonus dal portale istituzionale www.comune.mazaradelvallo.tp.it (nella sezione albo pretorio online/bandi e avvisi) o dai siti dei comuni aderenti al Distretto. I modelli di richiesta potranno essere inoltre richiesti presso l’Ufficio Piano del Comune di Mazara (palazzo della Legalità – dirigente coordinatore del Distretto D 53 dott.ssa Maria Antonietta Provenzano). Le istanze, compilate e corredate delle certificazioni Isee e delle documentazioni attestanti la non autosufficienza o la disabilità delle persone accudite nel proprio nucleo familiare, dovranno essere presentate a pena di esclusione al protocollo generale del Comune entro e non oltre il 28 febbraio 2014.

22/1/2014 | 09:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA Visualizzazioni 69  |  di Redazione , autore

Commenta la News

Il mio indirizzo IP sará registrato Invia il commento

Telegiornali

Interviste

Calcio

GLI ULTIMI COMMENTI

Mazara. E' tornato il concorso internazionale Miss Mare

valealealfolaila

LA BELLEZZA CHE GIA`BELEZZA ITA E` .

SCUSATE IL MIO NON SAPERE , LE DONNE RAGAZZE RAGAZZINE DI OGGI GLI MANCANOFORME E CURVE NATURALI SI INSTECCANO TUTTE QUASI CHI SA PERCHE`, PERCHE`.

Mazara. E' tornato il concorso internazionale Miss Mare

Cecilia

Vorrei partecipare

Concorso

Mazara. Un auto ferma da diversi mesi davanti casa. Chiama i Vigili e …………………………..

alias

auto abbandonata

E se l auto in questione appartenesse allo stato italiano ? Chi se ne occupa?

Mazara. Un auto ferma da diversi mesi davanti casa. Chiama i Vigili e …………………………..

fregato

figli e figliastri

Circa 2 mesi fa mio nipote lasciava l'auto della sorella, una fiat 500, davanti casa sua in via Don Primo Mazzolari per qualche giorno. l'auto era sprovvista di assicurazione e qualcuno del vicinato ha chiamato i vigili urbani i quali, immediatamente rimuovevano l'auto comminando anche una multa di circa 500,00 euro. In quel caso sono stati molto solerti. come sempre figli e figliatri

Mazara. Un auto ferma da diversi mesi davanti casa. Chiama i Vigili e …………………………..

Pol.Locale

se veicolo sprovvisto delle parti essenziali va rimosso in quanto rifiuto

Sono un Agente di Polizia Locale. Mi spiace leggere queste notizie che sicuramente non regalano una buona immagine di uno dei Corpi maggiormente presenti nell ambito urbano e con molteplici competenze specie in ambito di polizia stradale. Purtroppo l'iter riguardante la rimozione di veicoli in stato d'abbandono non è lineare. Va però evidenziato che la presenza sul suolo pubblico di un veicolo sprovvisto della copertura assicurativa, della targa (in questo caso la targa è presente ma..) e/o di parti dello stesso funzionali alla guida (volante, motore, sedili, etc.) permette all'organo di polizia stradale di rimuovere il veicolo e di provvedere alla notifica dei relativi atti al proprietario con addebito delle relative spese sostenute.

Questo portale é pienamente compatibile con le ultime versioni dei browser IE, Chrome, Firefox, Opera e Safari. Se la navigazione non risultasse ottimale, aggiornare il sistema.